Biografie

Giancarlo Giannini Jazz Quartet

Fred Beckett e Big Chief Russel Moore

 

Fred Beckett e Big Chief Russel Moore

Un omaggio di Giancarlo Giannini a due dei suoi jazz trombonist preferiti, Fred Beckett e Big Chief Russel Moore, due grandissimi poco conosciuti in Europa.

Fred Beckett, incredibile trombonista Jazz, 1917/1946, morto a meno di trenta anni di età.
Attivo nell’ area di Kansas City, suonò, fra gli altri, con Andy Kirk e con Harlan beckettLeonard and his Rockets e con quest’ ultimo effettuò anche delle incisioni come solista.
A mio parere possiede uno stile che evolve, tecnicamente, quello di Jack Teagarden, innestandovi sopra uno spaventoso controllo tecnico, un suono bellissimo, un high range inusuale per il periodo, e, soprattutto, una gran “linearità” di fraseggio. Come nessuno prima di lui (e come farà J. J. Johnson poi.) Beckett costruisce agili e lunghe frasi, pioniere di uno stile ancora sconosciuto tra i trombonisti del suo tempo.

Nel video/audio un assolo che, per gli anni ’40, sembra provenire da un altro mondo…!

Big Chief Russel Moore, 1912/1983, inizialmente attivo a Los Angeles, suonò con Red Allen, Lionel Hampton, Ruby Braff, Buck Clayton ecc. Nel 1964 era con il grande Louis Armstrong e con gli “All Stars” venne anche in Europa.
moore

 

Uno stile incredibile che fonde la tradizione dei grandi Ellingtoniani (Joe Nanton, Lawrence Brown) con quella dei trombonisti più “powerful” della Swing Era (Trummy Young , J.C. Higgynbotham).

 

Nel video/audio una splendida performace con plunger e growl nel registro basso dello strumento.

Giancarlo Giannini , febbraio 2015

 

 

More from Biografie