Trombone Italia Magazine - Forum Community
http://www.iltrombone.it/forum/

Courtois... molto crescente
http://www.iltrombone.it/forum/viewtopic.php?f=16&t=10301
Pagina 1 di 1

Autore:  Grandgaillard [ 23/06/2012, 20:07 ]
Oggetto del messaggio:  Courtois... molto crescente

salve a tutti,

eccomi a chiedere un aiuto per una amica trombonista.

il suo Courtois AC622

Allegato:
AC622.jpg
AC622.jpg [ 948.72 KiB | Osservato 9907 volte ]


è disperatamente crescente, con la pompa tirata fuori come nella foto in prima posizione è ancora quasi un semitono sopra al diapason.

escludendo la possibilità di lavorare sulla pompa di intonazione, ho pensato di allungare la leadpipe aggiungendo ad esempio un cannello simile a quello che si usa come adattatore per i bocchini a penna piccola: qualcuno ha un'idea migliore o può consigliarmi su come realizzare al meglio la soluzione che ho individuato?

grazie ai solutori (più che abili) anche a nome di Cecilia.

gg

Autore:  Enrico Crippa [ 23/06/2012, 20:53 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Courtois... molto crescente

Non è il primo dei Courtois che danno questo fastidio a chi lo suona.
A parte che le temperature di questi giorni certamente non aiutano, ma l'unica soluzione è un bocchino più grande, in modo che il foro più largo abbassi un pochino l'intonazione, oppure con penna più lunga.

Autore:  Grandgaillard [ 23/06/2012, 23:49 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Courtois... molto crescente

Enrico ha scritto:
...l'unica soluzione è un bocchino più grande, in modo che il foro più largo abbassi un pochino l'intonazione, oppure con penna più lunga.


Cecilia suona già con un DW 4BS, quanto alla penna più lunga (è il motivo per cui ho pensato ad un riduttore lungo ad hoc), ha già provato con degli Schilke ma non è servito a granché. Anche io devo estrarre molto la pompa di intonazione ma almeno riesco a risolvere, lei deve praticamente usare il trombone dalla seconda posizione in poi. : Andry :

Autore:  Enrico Crippa [ 24/06/2012, 19:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Courtois... molto crescente

Potrebbe far mettere una molla alla prima posizione, come si usava sui vecchi Conn e sui tromboni tedeschi di una volta...

Autore:  Baker [ 24/06/2012, 19:50 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Courtois... molto crescente

già, una molla o spessore in gomma

Autore:  enzino [ 25/06/2012, 18:17 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Courtois... molto crescente

se la situazione è come la descrive GG non stiamo parlando di pochi millimetri, e quindi la soluzione di allungare la leadpipe (o la penna del bocchino) non è percorribile, le posizioni diventerebbero molto più lunghe (dovrebbe ri-studiare da capo le scale) con il rischio di non poter più raggiungere la VII.
Io credo che si debba intervenire sulla pompa di intonazione, sempre che non sia del tipo "reverse" come quella a sinistra nella foto; se invece è di tipo "normale" un buon artigiano può smontare i maschi e inserire due tratti di canneggio per allungare la pompa (o magari ha nel cassetto due pezzi di diametro adeguato per sostituire i maschi originali).
Chiaramente bisogna vedere se il gioco vale la candela, non conosco il modello in questione e quanto valga

Allegati:
pompe1.jpg
pompe1.jpg [ 115.31 KiB | Osservato 9876 volte ]

Autore:  Enrico Crippa [ 26/06/2012, 7:51 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Courtois... molto crescente

enzino ha scritto:
se la situazione è come la descrive GG non stiamo parlando di pochi millimetri, e quindi la soluzione di allungare la leadpipe (o la penna del bocchino) non è percorribile, le posizioni diventerebbero molto più lunghe (dovrebbe ri-studiare da capo le scale) con il rischio di non poter più raggiungere la VII.
I


Anche se allunghi in maniera molto sensibile la pompa hai buona probabilità di dover correggere le posizioni.
Ho il basso rinascimentale con la pompa per suonare a 415, ed è quasi inutilizzabile...
Meglio a volte quella a 440 tutta dentro e suonare mezzo tono sotto...

Ovviamente qui è un altro ambito, spero la nostra amica trovi una soluzione al suo problema.

Autore:  Grandgaillard [ 26/06/2012, 16:32 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Courtois... molto crescente

grazie a tutti per i contributi, vi terrò informati degli eventuali sviluppi.

: Thumbup :

gg

Autore:  giovanni messina [ 29/06/2012, 13:23 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Courtois... molto crescente

é solo il mio parere; il 4 Dw è un bocchino molto grande, almeno se è ancora come quello che ho io. Prima ipotesi: essendo un con una tazza, grande e profonda, lei tenga l'imboccatura troppo tesa e che lei stessa sia troppo tesa (dovresti accorgertene Dal suono); Seconda ipotesi provare penne diverse del bocchino, che a quanto mi risulta ha una certa influenza sull'intonazione. Dai un'occhiata alle prime pagine del manuale sui bocchini della Bach. C'è una certa spiegazione in tal senso.

Autore:  giovanni messina [ 29/06/2012, 13:27 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Courtois... molto crescente

La Penna
La penna di un bocchino nasce da una relazione tra bordo, forma della tazza e gola, e all'obbligo del
foro dello strumento sul quale il bocchino verrà usato. Se la penna di un'imboccatura è troppo
piccola, il registro alto sarà soffocato e generalmente troppo piatto. Se la penna è troppo grande,
l'imboccatura non avrà resistenza sufficiente e l'appoggio delle labbra del suonatore sarà presto
stanco. L'uso dei termini generali grande o piccolo per descrivere le penne deve essere visto dal
punto di vista della qualità del suono. Non è davvero possibile identificare le penne con una misura
di "taglia" perché variano anche in forma e conicità. Varie combinazioni di misure, sagome, e conicità
obbligano il timbro a diventare più scuro o più brillante, aumenta o abbassa l'intonazione nell'uno
o più registri
, aumenta o diminuisce il volume.

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/